Dormire bene: un toccasana anche per il nostro...

Le nostre offerte mensili
Dormire bene: un toccasana anche per il nostro cervello 30 Luglio 2020

C'è chi soffre di insonnia, chi russa, chi si agita e chi si sveglia ad intermittenza. Quanti di voi possono dire di dormire davvero bene?

A parte l'interruzione di qualche bel sogno, la mancanza di sonno può portare alla nascita di molti problemi, come lo sviluppo di malattie anche gravi che possono interessare anche la struttura cerebrale.

"Pulizie" notturne, cervello sano

Secondo alcune ricerche è emerso come, dormire meno di sei ore a notte comporti una riduzione della mielina, la guaina protettiva che isola i nervi e struttura fondamentale per la salute del cervello. In più, il sistema linfatico, effettua un’azione di pulizia nella massa cerebrale, lavando via le proteine tossiche accumulate durante le ore diurne.

Dormire indisturbati e nella giusta misura, quindi, è fondamentale per il corretto funzionamento di questo organo e grazie all'azione disintossicante a cui è soggetto può ottenere notevoli benefici tra cui:

  • prevenzione dall'Alzheimer. Di notte viene eliminata la proteina beta-amiloide, legata allo sviluppo della malattia. Durante il sonno l'energia viene impiegata per ripulire la nostra testa garantendo efficienza nei ragionamenti, capacità di concentrazione e prevenzione delle malattie neurodegenerative;
  • consolidamento della memoria. Chi dorme meglio, impara meglio. Il riposo notturno è fondamentale per rimettere in ordine le informazioni acquisite durante la veglia e per consolidare alcuni tipi di ricordi. L’ideale sarebbe seguire l’orologio biologico e le fasi naturali, andando a dormire presto e svegliandosi quando sorge il sole.

In caso abbiate difficoltà a dormire bene potete rivolgervi al vostro farmacista di fiducia che saprà indicarvi i rimedi migliori per trascorrere una notte tranquilla e un sonno di vero risposo.

Ultime news
  • Come alleviare il fastidio della dentizione

    17 Settembre 2020

    Con l’arrivo dei primi dentini, possono comparire anche i primi fastidi del cavo orale: durante il processo di dentizione i bambini possono lamentare dolore, prurito e gonfiore gengivale e, talvolta, manifestare qualche linea di febbre.

    Aiutare i più piccoli ad alleviare il dolore della bocca e delle gengive è possibile, ecco come!

    1. Massaggio delicato

    Il primo, semplice, consiglio è quello di lenire un po’ il prurito e l’infiammazione orale con un massaggio lieve. Utilizzate una garza idrofila e strofinatela leggermente sulle gengive del piccolo, ripetendo l’operazione più volte al giorno.

    1. Anelli da dentizione

    Durante il periodo della dentizione i bambini sono smaniosi di mordere e rosicchiare oggetti rigidi e ruvidi. Favorite questo istinto naturale, dando al piccolo degli anelli da dentizione: supporti gommosi, realizzati con materiali sicuri, che il bambino può mordere ogni volta che ne sente la necessità. Per lenire il fastidio e dare immediato sollievo alle gengive gonfie ed infiammate, scegliete quelli che possono essere messi in freezer.

    1. Balsami gengivali

    In farmacia esistono diverse tipologie di balsami gengivali, specifici per alleviare i disturbi della dentizione infantile. Grazie alla speciale formulazione, questi prodotti formano una delicata pellicola protettiva che sigilla la gengiva e la isola dal contatto con elementi esterni. Nel frattempo, il balsamo svolge una funzione lenitiva dal dolore e rinfresca la zona.

    Nei casi più acuti, sotto la consulenza del pediatra o del farmacista, è possibile ricorrere a gel gengivali che contengono piccole dosi di anestetico locale. Prima di somministrare un farmaco al bambino, però, chiedete consiglio al medico di fiducia.

  • Biotina: una vitamina a tutto benessere

    15 Settembre 2020

    Cosa fareste se vi dicessero che è stata scoperta la ricetta segreta per il vostro benessere? Siamo certi che ne vorreste conoscere tutti gli ingredienti. Uno tra questi è la biotina, o Vitamina B7.

    La B7 è una vitamina del gruppo B idrosolubile, ovvero che non subisce alterazioni da parte dei raggi UV e dal calore.

    Le sue funzioni sono molteplici: ad esempio, contribuisce al metabolismo di carboidrati, grassi e proteine oltre che alla costituzione di cellule e ormoni. Ma non è tutto. Questa vitamina ha anche una forte influenza sul nostro organismo, in particolare agendo sul mantenimento del benessere della pelle, rendendo i capelli forti e lucenti e rafforzando le unghie.

    Biotina, un concentrato di salute

    Una vera alleata di bellezza e salute quindi! Ma come fare per introdurne la giusta dose nel nostro corpo?

    A differenza di altre vitamine, la biotina è presente in numerosi alimenti in quantità sufficiente ad impedirne sia la carenza che il sovradosaggio. Principalmente si trova nel latte, latticini, uova, prodotti integrali e legumi. Con una corretta ed equilibrata alimentazione, quindi, è quasi impossibile avere livelli di Vitamina B7 fuori dai parametri consigliati.

    Solitamente la carenza di biotina si presenta nei soggetti affetti da alcolismo o che soffrono di malattie intestinali infiammatorie croniche. In questi casi i sintomi che si evidenziano sono infiammazioni cutanee come le ragadi agli angoli della bocca, dolori muscolari, depressione e caduta dei capelli.

    In caso di carenza, oltre a regolare il proprio stile di vita e l'alimentazione, è possibile intervenire con degli appositi integratori disponibili in farmacia, sempre sotto consiglio del personale specializzato.

  • Emicrania con e senza aura: impara a riconoscerla

    12 Settembre 2020

    Solo in Italia ne soffrono milioni di persone. Stiamo parlando dell’emicrania, una delle forme più diffuse di mal di testa che, solitamente, si manifesta con una sensazione di dolore acuto o pulsante.

    È bene sottolineare che ne esistono diversi tipi e che, a seconda degli effetti che provoca, può essere definita con o senza aura.

    Mal di testa? Non sono tutti uguali

    L’emicrania senza aura viene spesso anticipata da alcuni sintomi come sbadigli ripetuti, sensazione di irritabilità, aumento della diuresi e fame improvvisa.

    In genere si presenta con attacchi frequenti, molto dolorosi e pulsanti, che possono durare anche due o tre giorni. Si sviluppa solo su una parte della testa o del volto e può peggiorare progressivamente con il movimento.

    Questo tipo di mal di testa può essere accompagnato da vari disturbi come:

    • pallore;
    • brividi e debolezza;
    • fastidio alla luce, ai suoni e agli odori;
    • nausea o vomito.

    L’emicrania con aura, invece, si sviluppa meno frequentemente e può essere scatenata da fattori esterni tra cui lo stress emozionale o fisico, cambiamenti di vita e forti emozioni positive, variazioni atmosferiche repentine, carenza di riposo, disturbi ormonali o rumori troppo forti, ma anche una scorretta attività fisica o alcuni tipi di farmaci e cibi.

    Viene definita “con aura” perché collegata a manifestazioni di tipo neurologico che anticipano o seguono il dolore. Tra queste, per esempio, troviamo:

    • formicolii agli arti;
    • abbassamento, annebbiamento o distorsione della vista;
    • riduzione della forza degli arti e della sensazione del tatto;
    • alterazioni del linguaggio.

    Per risolvere o alleviare questi disturbi potete rivolgervi al vostro farmacista di fiducia che saprà indicarvi la cura migliore a seconda della tipologia di emicrania da cui siete affetti.

Rubriche
  • CAMMINARE UN´ORA AL GIORNO E´ UNO SPORT?

    28 Ottobre 2020

    Come tutti ben sapete, la scelta di praticare sport è una delle soluzione migliori per riscontrare, buoni risultati a livello fisico per il corpo e la salute dell'organismo, ma anche a livello mentale, per scaricare lo stress e il nervosismo. Benissimo su questo siamo tutti d'accordo, ma sapete che per sport o attività fisica, si intende anche il camminare regolarmente anche un'ora al giorno? Infatti, chi decide di svolgere questa disciplina con regolarità ogni giorno per un'ora di camminata, si può paragonare a chi ad esempio pratica body bulding, per un'ora al giorno.

    Il camminare per almeno un'ora al giorno, a passi svelti e continui, all'aria aperta è un ottimo modo per mantenere sano e in forma tutto l'organismo. Inoltre, dovete sapere che studi effettuati da esperti ricercatori, della London School of Economics e pubblicati sulla rivista Risk Analysis, hanno messo in evidenza, l'importanza del camminare svolta come una qualsiasi disciplina sportiva, ha effetti benefici sullo stato di salute e in più, migliora l'elasticità e la tonicità del tessuto muscolare.

    Camminare non ha costi, a differenza di una palestra non ha costi di abbonamento, vi basterà indossare una tuta e un paio di scarpe da ginnastica e provare questa attività, con il vantaggio che potete "allenarvi " quando volete e in più, si pratica all'aria aperta.

    Un ottimo sport per eliminare il sovrappeso, per migliorare la circolazione sanguigna, allenare la respirazione, in poche parole una disciplina completa, che coinvolge tutti i muscoli del corpo. Se non siete abituati iniziate,con una mezz'ora al giorno per 2 o 3 volte a settimana e poi, aumentate e se ci riuscite fino ad un'ora di camminata al giorno, sempre a passi svelti.

    Ricordate, di controllare sempre il vostro stato di salute e se il medico vi dice che siete in perfetta forma fisica, non vi resta che iniziare a camminare.

    Buon allenamento.

  • MASCHERA ALLO YOGURT PER I CAPELLI

    21 Ottobre 2020

    In questa guida di oggi parleremo dello yogurt, un potente elisir di bellezza che si prende cura dei nostri capelli in maniera totalmente naturale. Spesso, anzi quasi sempre noi donne siamo in continuazione insoddisfatte della nostra chioma, perché vorremmo che fosse in qualsiasi occasione semplicemente splendente e perfetta. Per ottenere questi desideri, bisogna prendersene cura quotidianamente, con piccole accortezze. Quindi impariamo a dare il giusto valore ai nostri capelli, quello che serve è un impegno minimo e un pò di costanza.

    E' con lo yogurt che realizzeremo una maschera "super nutriente" adatta per trattare tutti i tipi di capelli. Il bello è che gli ingredienti, sono alla portata di tutte le tasche e i benefici che si ottengono sono innumerevoli.

    Maschera allo Yogurt Nutriente, per tutti i tipi di capelli.

    Vi occorrono:

    3 cucchiai di yogurt bianco naturale

    1 cucchiaio di olio extravergine

    1 cucchiaio di miele.

    Mettete questi tre ingredienti tutti insieme in una ciotola di piccole dimensioni, con un cucchiaio mescolate, fino ad ottenere una crema soffice e abbastanza densa. Quando la maschera è pronta mettete un asciugamano intorno alle spalle e spicciate, con cura i vostri capelli con un pettine dei denti larghi. Iniziate ad applicare il composto sulle punte e lunghezze in modo omogeneo, fino ad arrivare alla cute e a questo punto, lasciate in posa per 30 minuti circa. In seguito, trascorso questo tempo, sciacquate abbondantemente con acqua tiepida e procedete facendo il vostro shampoo abituale.

    Attenzione, perché se applicate questa maschera almeno una volta a settimana, i vostri capelli trattamento dopo trattamento saranno sempre più belli e in perfetta salute. Saranno nutriti, al tatto morbidi, setosi e docili al pettine. Inoltre, saranno forti e rafforzati del 70% in più.

    Che dire, avete ancora dei dubbi? Non vi resta che provare e poi valuterete voi stesse, i benefici dello yogurt sui vostri capelli.

    Buona applicazione, con tanta soddisfazione.

  • LA COLAZIONE CORRETTA PER UN´ORA DI CORSA

    14 Ottobre 2020

    La colazione è uno dei pasti principali, infatti se fatta correttamente, permette di cominciare la giornata con il piede giusto. Molto spesso capita, purtroppo che alla colazione, non venga attribuita la giusta importanza. Dovete sapere, che questo pasto dovrebbe ricoprire circa il 20%, per un completo intake calorico giornaliero pari a circa 400 kcal, che corrisponde ad un apporto energetico totale di 2000 kcal.

    Quando si fa sport, per ogni disciplina che si decide di svolgere,questi valori cambiano notevolmente, perché l'organismo più è sottoposto agli sforzi fisici, maggiore sarà la quantità di energia di cui ha bisogno. In questo breve guida parliamo della corretta colazione, per chi decide di correre, la mattina per un totale di un'ora al giorno. Vediamo, il prima e il dopo di una sana colazione, per chi sceglie di allenare il proprio fisico con la corsa.

    Prima di iniziare a correre, bisogna garantire all'organismo un apporto energetico che varia da 400 kcal a 600 kcal per un'ora di corsa. Deve essere consumata almeno una buona mezz'ora prima di allenarsi, in modo che l'organismo assorba perfettamente la quantità di energia. Potete scegliere, di consumare un caffè con 4 fette biscottate con l'aggiunta di marmellata o miele, oppure una tazza di latte parzialmente scremato e aggiungere senza esagerare cereali, muesli o frutta secca, ma non dovete mai dimenticare di bere acqua prima, dopo e durante la corsa.

    Dopo aver corso, l'organismo è stato sottoposto a sforzi fisici intensi e ha la necessità di recuperare le forze, con alimenti che siano adatti al recupero idrico, glucidico e proteico, ma il consiglio resta sempre quellodi non abbuffarvi, esagerando.

    Spesso, l'errerecommesso con estrema facilità è , purtroppo di non dare il giusto valore alle piccole accortezze, perché sono fondamentali e permettono di non sbagliare e soprattutto, rimanere in perfetta salute fisica.

    Buon allenamento.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.