Cheratosi attiniche, un problema della cute...

Le nostre offerte mensili

€ 10,00 € 8,50

   

€ 12,90 € 9,90

€ 23,80 € 13,90

Cheratosi attiniche, un problema della cute sempre più diffuso 04 Luglio 2020

Ormai lo sapete, i raggi solari sono dannosi per la pelle. Dalle scottature alle macchie, fino alla formazione di cheratosi attiniche. Ne avete sentito parlare?

Cheratosi attiniche: cosa sono?

Questa patologia è legata all'età e al fototipo della persona interessata. Ne soffrono circa il 60% degli individui a pelle chiara che hanno superato i 40 anni e l'80% degli anziani sopra i 60 anni. Di fatto, sono lesioni cutanee che coinvolgono zone del corpo esposte eccessivamente ai raggi ultravioletti, per questo viene chiamata anche cheratosi solare. Le zone più colpite sono volto, mani, tronco e cuoio capelluto e si presentano come macchie di piccole dimensioni, placche desquamanti ed eritemi.

In riferimento a questa malattia è bene sapere che:

  • le radiazioni solari sono in grado di attraversare le nuvole;
  • i raggi del sole sono riflessi dalla sabbia e dalla neve determinando una "doppia" esposizione;
  • le radiazioni delle lampade abbronzanti sono ancora più dannose dei raggi solari.

Questo disturbo non deve essere assolutamente sottovalutato perché, di fatto, può rappresentare il primo stadio nella formazioni di tumori spinocellulari.

Come curarla?

Intervenire contro la cheratosi attinica è possibile. Se le lesioni della cute sono inferiori a 6, si può ricorrere alla crioterapia o cura del freddo, mediante l'applicazione di ghiaccio sulla parte interessata.

Se maggiori di 6, invece, è bene adottare una terapia farmacologica.

Il vostro farmacista di fiducia saprà indicarvi i preparati migliori che vanno acquistati sempre sotto indicazione medica. Chiedete sempre consiglio al personale specializzato per evitare errori nell'applicazione e curarvi in modo più mirato ed efficace.

Ultime news
  • Cambio di stagione: ecco come affrontarlo al meglio

    04 Agosto 2020

    L’arrivo della primavera e l’entrata in vigore dell’ora legale vi hanno messo KO? Non siete i soli. Recenti studi, infatti, hanno dimostrato che il cambio di stagione colpisce un numero elevato di persone, a tutte le età. La cosiddetta SAD – la Seasonal Affective Disorder – può presentarsi con i sintomi più disparati: dal senso diffuso di stanchezza e pigrizia, all’insonnia frequente, fino alla maggiore irritabilità.

    Il cambio di stagione non fa sconti a nessuno. Le ragioni sono da ricercare negli sbalzi ormonali, causati dalle differenze di temperatura e di luce, che si ripercuotono sulle funzionalità complessive dell’organismo.

    Non c’è però da preoccuparsi: il malessere stagionale non è grave. Basta abituare il corpo alla nuova stagione per tornare in forze.

    Per velocizzare questo processo di adattamento ed apprezzare la primavera in tutta la sua solarità, è bene seguire alcuni semplici accorgimenti.

    Innanzitutto, per ritrovare vitalità e sorriso, è fondamentale uno stile di vita sano: ad esempio, praticando una costante attività fisica ridurrete l’esposizione ai sintomi del cambio di stagione. Meglio se fatta all’aria aperta, durante le giornate più soleggiate. Il calore solare e il movimento aiuteranno il corpo a riattivarsi dal torpore invernale, ritrovando le energie perdute. Non solo: l’attività fisica è un vero toccasana anche per il sonno, generalmente disturbato dal cambio di stagione.

    Fate attenzione anche all’alimentazione: una dieta ad alto valore energetico, fatta di frutta e verdura di stagione, di proteine e di minerali è l’ideale per aiutare il metabolismo a funzionare correttamente.

    Non dimenticate, infine, l’importanza degli integratori vitaminici, alleati irrinunciabili per il benessere fisico durante il cambio di stagione. Quali scegliere? Chiedete consiglio al farmacista, saprà indicarvi gli integratori più adatti alle vostre necessità.

  • Olio essenziale di Patchouli: ecco perché fa bene

    01 Agosto 2020

    Talvolta basta una goccia di olio essenziale, massaggiata sulla pelle o inserita in un diffusore, per sentirsi subito meglio.

    Gli olii essenziali, infatti, possono essere un vero toccasana per risolvere numerosi problemi e disturbi, anche complessi: mai sottovalutare il potere della natura!

    Tra gli olii essenziali più conosciuti, disponibili in farmacia, spicca quello di Patchouli: una pianta di origine asiatica dalle mille proprietà.

    Sapete cosa può fare per il vostro benessere una sola goccia di olio essenziale di Patchouli?

    1. Può migliorare l’umore: l’olio essenziale di Patchouli è un vero e proprio tonificante per la mente, in grado di favorire benessere e concentrazione. Ideale negli stati di leggera depressione, legati ad esempio al cambio di stagione e all’arrivo dell’autunno, con poche gocce di olio di Patchouli inserite in un diffusore per ambienti potrete ritrovare slancio e ottimismo.
    2. Può combattere le infezioni: qualche goccia di olio essenziale di Patchouli massaggiata sulla cute arrossata e infiammata, può aiutare ad alleviare gli stati acneici e le infezioni fungine. Provatelo insieme all’olio di tea tree o a qualche goccia di olio essenziale di lavanda per un mix ancora più efficace.
    3. Può velocizzare la cicatrizzazione: se soffrite di pelle grassa e caratterizzata da brufoli ed escoriazioni, provate i benefici astringenti e cicatrizzanti dell’olio di Patchouli. Questo olio essenziale, massaggiato direttamente sulla parte da trattare, rende la pelle più uniforme, più soda e più liscia, favorendo la rigenerazione profonda dei tessuti.
    4. Può ridurre gli inestetismi della cellulite: l’olio essenziale di Patchouli ha un effetto drenante sui tessuti e favorisce l’eliminazione dei liquidi, migliorando la circolazione sanguigna. Per un risultato ancora più strong combinatelo con l’olio essenziale di rosmarino e con quello di limone: queste essenze naturali, insieme, svolgono un’azione sinergica davvero efficace.
  • Dormire bene: un toccasana anche per il nostro cervello

    30 Luglio 2020

    C'è chi soffre di insonnia, chi russa, chi si agita e chi si sveglia ad intermittenza. Quanti di voi possono dire di dormire davvero bene?

    A parte l'interruzione di qualche bel sogno, la mancanza di sonno può portare alla nascita di molti problemi, come lo sviluppo di malattie anche gravi che possono interessare anche la struttura cerebrale.

    "Pulizie" notturne, cervello sano

    Secondo alcune ricerche è emerso come, dormire meno di sei ore a notte comporti una riduzione della mielina, la guaina protettiva che isola i nervi e struttura fondamentale per la salute del cervello. In più, il sistema linfatico, effettua un’azione di pulizia nella massa cerebrale, lavando via le proteine tossiche accumulate durante le ore diurne.

    Dormire indisturbati e nella giusta misura, quindi, è fondamentale per il corretto funzionamento di questo organo e grazie all'azione disintossicante a cui è soggetto può ottenere notevoli benefici tra cui:

    • prevenzione dall'Alzheimer. Di notte viene eliminata la proteina beta-amiloide, legata allo sviluppo della malattia. Durante il sonno l'energia viene impiegata per ripulire la nostra testa garantendo efficienza nei ragionamenti, capacità di concentrazione e prevenzione delle malattie neurodegenerative;
    • consolidamento della memoria. Chi dorme meglio, impara meglio. Il riposo notturno è fondamentale per rimettere in ordine le informazioni acquisite durante la veglia e per consolidare alcuni tipi di ricordi. L’ideale sarebbe seguire l’orologio biologico e le fasi naturali, andando a dormire presto e svegliandosi quando sorge il sole.

    In caso abbiate difficoltà a dormire bene potete rivolgervi al vostro farmacista di fiducia che saprà indicarvi i rimedi migliori per trascorrere una notte tranquilla e un sonno di vero risposo.

Rubriche
  • L´AGLIO E I SUOI BENEFICI PER LA SALUTE

    29 Luglio 2020

    L'aglio, il suo sapore non è il massimo del piacere, ma è considerato un potente alleato per la nostra salute e, purtroppo per beneficare delle sue proprietà "curative" bisogna consumarlo rigorosamente crudo, perché in questo modo, mantiene intatti i suoi componenti benefici. Infatti, il suo consumo regolare è in grado di donare numerosi vantaggi al nostro organismo, in quanto è depurativo, antisettico, tonifica il cuore e aiuta la circolazione sanguigna a svolgere correttamente la sua funzione. E' inoltre, un vermifugo e antibatterico naturale. Il consiglio se ci riuscite è quello di consumare uno spicchio crudo di aglio al giorno, senza masticarlo e ingerendolo solo aiutandovi con un bicchiere d'acqua. Vediamo le qualità benefiche che l'aglio ci mette a disposizione.

    L'aglio è ricco di un componente che si chiama allicina, il suo principale principio attivo, responsabile del suo odore persistente e grazie a questo elemento, all'interno del nostro organismo è in grado di svolgere una funzione antibatterica proteggendoci dalle possibili infezioni. L'allicina è anche valida in caso di pressione alta, aiuta le arterie a restare pulite e svolge una funzione di vasodilatatrice che protegge dall'ictus. E non finisce qui, perché è in grado di combattere il colesterolo e si occupa di contrastare dai radicali liberi, proteggendo il nostro organismo dall'invecchiamento sia a livello fisico che mentale. L'aglio, inoltre è considerato un antibiotico naturale in grado di eliminare la formazione dei batteri, distruggendoli a distanza di pochi giorni di assunzione.

    Una raccomandazione, l'assunzione dell'aglio non ha controindicazioni ma in presenza di alcune patologie l'utilizzo è sconsigliato, per chi soffre di reflusso gastrico, di gastrite o comunque problemi legati allo stomaco, perché potrebbe provocare irritazioni e bruciore e non indicato assolutamente a chi soffre di pressione bassa, in quanto potrebbe influire abbassandola notevolmente.

    Allora siete Pronti? Un pò di coraggio e assumete uno spicchio d'aglio al giorno regolarmente, per beneficiare dei suoi poteri naturali.

  • TISANA ENERGETICA PER GLI SPORTIVI

    15 Luglio 2020

    Quando si pratica sport o si decide di iniziare a svolgere questo tipo di attività, alla base della resistenza fisica c'è l'energia e se questa viene a mancare, sopportare gli sforzi fisici, diventa un vero e proprio problema. Infatti, se l'energia è scarsa, alla fine la stanchezza prenderà il sopravvento e lo svolgimento di qualsiasi attività fisica sarà pesante, noiosa e il passo per mollare lo sport, sarà molto breve. Non mollate e non gettate la spugna, perché in questo nuovo articolo, vi presentiamo un'amica per gli sportivi. Vi sveliamo subito che la protagonista è una tisana che dona energia pura all'organismo e che il suo regolare consumo prima di iniziare a svolgere gli allenamenti, risulterà un valido rimedio naturale per vincere contro la stanchezza.

    Tisana energetica per gli sportivi

    Gli ingredienti che vi occorrono per la realizzazione della tisana, dovete acquistarli in erboristeria, facendovi preparare una miscela con le seguenti dosi:

    50 grammi di Yerba Mate

    25 grammi di Zenzero

    15 grammi di peperoncino

    La preparazione è semplicissima, dovete prendere 300 ml di acqua e metterla in un tegame, portando ad ebollizione. In seguito, quando l'acqua bolle, togliete dalla fiamma e versate l'acqua in una tazza, aggiungete 2 cucchiaini di questa miscela energica e lasciate in infusione per 15 minuti circa. Filtrate e bevete a temperatura ambiente almeno un'ora prima di iniziare a praticare sport. Un consiglio, portatela con voi e sorseggiatela durante gli allenamenti e soprattutto quando notate che al vostro organismo è richiesto un maggiore e intenso sforzo fisico.

    Mancanza di energia? La stanchezza, vi toglie il desiderio di praticare sport? Avete provato di tutto e il problema non è si risolto? Non sapete, più cosa fare? A tutte queste domande esiste una valida risposta, la preziosa tisana energetica per gli sportivi.

    Buon allenamento, con tanta energia in più.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.